mercoledì 1 giugno 2011

Una, anzi, due sfere di frammenti…

Ciao a tutti…
questa settimana si continua a parlare di frammenti… questa creazione è proprio una novità.
I materiali ovviamente sempre gli stessi, corda e piccoli frammenti di conchiglie, che questa volta hanno dato vita a due, quasi, sfere… una più grande ed una piccolina con le quali ho realizzato questo ciondolo e il suo relativo anello.
Buona creatività a tutti… Alberto

Ciondolo e anello realizzati a mano con corda e frammenti di conchiglia.

7 commenti:

Anonimo ha detto...

meravigliosi come sempre! immagino la pazienza e la perizia nel lavorare con frammenti così piccoli, complimenti davvero!:)

barbara
- fascinationstreet85 -

Martina ha detto...

spettacolare** il ciondolo è fantastico, con quel nodo in mezzo poi** bravo Alberto!
Marty

Anonimo ha detto...

ho scoperto per caso, leggendo un commento di Alessia Spalma, la tua pagina su facebook e sono rimasta colpita dalla tua creatività!! Adoro anch'io il mare specialmente d'inverno quando non c'è nessuno e puoi goderti lo spettacolo stupendo che è il Mare!!! Volevo farti i miei complimenti, quello che riescono a fare le tue mani sono oggetti/gioie molto molto originali e sai esaltare un materiale cosi semplice come la corda in compagnia delle conchiglie in maniera speciale!!! Bravissimo ti seguirò con molta curiosità e ammirazione
un saluto
susanna

alberto ha detto...

@barbara… si in effetti ogni tanto mi sembra di essere un orologiaio… ahahah

@Martina grazie mille

@Susanna… grazie mille per i complimenti e benvenuta, spero di ritrovarti presto

Ciao Alberto

Un'idea nelle mani ha detto...

NOn so se è più bello il ciondolo (che è bello davvero) o la battuta dell'orologiaio! :))))

alberto ha detto...

Beh io spero che sia più bello il ciondolo :)
Comunque la battuta dell'orologiaio mi è venuta, ricordando quando ero bambino e si portavano ad aggiustare gli orologi, o meglio si portavano ad aggiustare le cose, non come oggi che quando non funzionano si buttano. E pensando a quei tempi ricordo che l'orologiaio era sempre chino sul suo banco da lavoro, con minuscoli attrezzi che maneggiava minuscoli ingranaggi…
e lo a me sembra di fare lo stesso, quando cerco di attaccare minuscoli frammenti di conchiglie con la punta di uno stuzicadenti… :)))

Ciao e a presto Alberto

Un'idea nelle mani ha detto...

Vero! Infatti la battutta mi era piaciuta per questi ricordi che anche a me son venuti in mente

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...