lunedì 26 marzo 2012

32 Fiera di Primavera di Paderno Dugnano

Vi chiedo scusa se torno sull'argomento, ma per questa volta ho deciso di fare una sorta di resoconto di quello che è stata la mia giornata di ieri. All'apparenza poteva essere una giornata normalissima di mercatini come altre, anzi l'inizio è stato anche più traumatico di altre, visto che il cambio dell'ora mi ha un po' destabilizzato e la sveglia l'ho sentita tardi, quindi sono arrivato un pochino in ritardo, ho dimenticato il cellulare a casa e la scatolina con gli attrezzini per lavorare che mi porto di solito.
Comunque alla fine ho montato il tutto e la gente, che nell'arco della giornata è stata davvero tanta, ha cominciato a passare per le vie di questa grandissima fiera. Poi a metà mattina la visita inaspettata di quattro amici, una sorpresa più che gradita e una lunga e sana chiacchierata, di quelle che ti trasmettono la voglia di fare, di lavorare e sperimentare… condita da una buona dose di risate.
Lasciati, purtroppo, gli amici è cominciato il contatto diretto con la gente che girava tra le centinaia di bancarelle in cerca di chissà che cosa, o forse di nulla o forse nella speranza di essere trovati loro stessi da quell'unico oggetto che sembrava li apposta per loro.
Quando ho visto che c'era davvero tanta gente, io ero già contento… poi hanno cominciato a fermarsi a guardare i miei lavori, a fare i complimenti, ogni tanto qualcuno passava un po' da lontano facendo strane smorfie, forse perché non li trovavano interessanti, ma tutto questo fa parte del gioco e io lo amo così com'è, è stato divertentissimo vedere due signori che si sono fermati a guardare e riguardare i miei oggetti, facendo un sacco di complimenti e quasi sembravano dispiaciuti di non poter comprare qualcosa per le mogli, sicuri che non amano questo genere di cose (simpaticissimi).
Insomma una giornata fantastica per me, con tutti gli ingredienti giusti per un mercatino, ovviamente ho anche venduto un po' di oggetti, tra cui qualcuno a cui ero molto legato e sinceramente a volte sono quasi dispiaciuto di venderli. Ma poi può accadere l'inaspettato, che una persona a cui hai venduto uno di questi oggetti, tornata a casa ti scrive un commento al blog e allora capisci che tutto ciò che fai e che senti ha un senso. Non voglio scrivere altro, perché mi sono già dilungato troppo, vi lascio solo il commento della signora che ha acquistato un mio ciondolo.

"liberi di scegliere"
essere scelti da un piccolo oggetto, un ciondolo chiamato "l'incontro",
nato su una spiaggia piena di ricordi, è stato un momento meravigliosamente intimo.
grazie Alberto

Ciondolo "l'incontro", realizzato interamente a mano con corda e decorato con conchiglia e legno.

6 commenti:

Alessia ha detto...

Sono felicissima :))

tre8bre ha detto...

Felicissimo anche io! :-D
E' stato davvero un piacere rivedersi e chiacchierare!
Luca :-)

Chiara ha detto...

Alberto incontrarti è stato proprio un piacere! I tuoi lavori "dal vivo" sono, se possibile, anche più belli!!
Sono contenta... e che bello il commento che ti ha lsciato la signora :) I mercatini sono stancanti e magari anche stressanti, ma portano bei regali! :)
(avevo già postato il commento ma blogger mi ha dato un errore, spero non salti fuori doppio XD)

Martina ha detto...

che meraviglia, mi sono venuti i brividi**

Silvia - Tocco di Lìllà ha detto...

il tuo resoconto mi è piaciuto veramente molto ma devo anche aggiungere che questo ciondolo "incontro" io l'ho trovato veramente MA-GI-CO!!! detto senza nessuna esagerazione!!!!!!!
Un abbraccio =)

Alberto Ferrari ha detto...

Grazie di cuore… è tutto quello che riesco a dirvi, mi spiace se è poco, ma per tutti quelli che come voi mi hanno capito e hanno capito cosa vuol dire per me fare queste cose… grazie!!!

Un abbraccio a tutti
Alberto

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...