venerdì 18 maggio 2012

Giocando e nuotando nelle nuvole…

Capita che crei qualcosa di molto particolare nel suo genere, capita che non riesci a trovare le parole per descrivere quello che c'è dietro a quello che hai creato e capita che dopo tanti anni, un giorno qualunque, ti ritrovi a mettere le mani in un sacchetto che contiene alcuni ricordi di quando eri più giovane e tra questi ricordi c'è quell'unico oggetto con qulache parola scritta sopra che ti fa capire il senso di quello che hai appena realizzato. Si ma di cosa sto parlando, sto parlando di un piccolo quadretto ad acquerello che una cara amica mi regalò l'ultimo giorno di un'esperienza lavorativa fatta insieme quasi 20 anni fa.
Quelle poche righe dicevano così:
"Giocando e nuotando nelle nuvole il bambino si accorse di essere diventato uomo".

E anche se non ci vediamo da anni queste parole, probabilmente, le ho sempre portate con me nel cuore ed ora che ho trovato un mezzo per esprimermi, inconsapevolmente le ho trasformate in un ciondolo.

Ciondolo in legno, corda, sabbia e frammenti di conchiglie

































Il ciondolo è realizzato con un pezzetto di legno che sorregge una "nuvola" di corda e sabbia, su cui il bambino che diventa uomo, gioca spensierato con una sfera di frammenti.


Ciondolo in legno, corda, sabbia e frammenti di conchiglie


































Buona creatività a tutti… Alberto


7 commenti:

❤❤Habanero❤❤ ha detto...

Favoloso...come tutto quello che fai!

Angela ha detto...

Le tue creazioni dovrebbero essere esposte.
Chissà che un giorno non le vedremo al Moma.....

Alberto Ferrari ha detto...

Grazie… grazie di cuore.

@Angela: fortunatamente sognare non costa nulla… ma la mia gioia più grande è poter fare quello che faccio liberamente :)

Angela ha detto...

Ne sono convinta.Riuscire a realizzare i propri progetti artistici deve essere appagante e stimolante allo stesso tempo.
Buona giornata

Angela ha detto...

Posso chiederti se hai fatto degli studi di tipo artistico ?

Martina ha detto...

Non ho parole, questo ciondolo è in se stesso una scultura... che dettagli, e il bimbo-uomo... mi sono venuti i brividi**

Alberto Ferrari ha detto...

@Angela: ho fatto scuola di grafica alle superiori e poi ho sempre lavorato come grafico. Niente di più :)

@Martina: Grazie, questo ciondolo è molto vicino alle idee che ho per gli altri omini che sto realizzando, ma che non potranno essere ciondoli per le dimensioni :)

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...