martedì 6 maggio 2014

Ciondolo: l'"ostacolo"

Eccomi qui a scrivere un altro post… se penso ai voti che prendevo in italiano a scuola, tutto avrei pensato, ma mai e poi mai di ritrovarmi un giorno a scrivere con regolarità di ciò che penso, delle mie emozioni e di ciò che faccio. Eppure eccomi qui, non che adesso sia convinto di saper scrivere, anzi, però cerco di farlo, con tutte le mie difficoltà del caso, perché credo in quello che faccio e se scrivere di me e di questo mio mondo può servire, allora continuo a farlo.

Ma cosa scrivo oggi? ok faccio passare le foto degli oggetti ancora da pubblicare, allora vediamo, potrei postare una collana, magari questa, sì dai deciso pubblico questa… e cosa scrivo? Bella domanda, potrei scrivere semplicemente come è fatta. Sì, però così non do una mia visione di quello che posto, cosa potrebbe esserci dietro la realizzazione di questa collana; ok fammela guardare bene, la forma quadrata, quellla strada di sabbia che deve scavalcare quell'"ostacolo"… aspetta un attimo, un ostacolo, ecco cos'è quel parallelepipedo di corda che blocca la strada alla sabbia.

Ciondolo in corda, sabbia e frammenti di conchiglie
Dettaglio dell'"ostacolo" fatto di corda, rivestito di gommalacca e sabbia


Magari potrei cercare una frase sul discorso ostacoli nella vita, ma guarda un po' ce ne sono diverse, ma questa di Ford mi fa subito pensare a quando ero più giovane e andavo in montagna a far trekking, sì quando camminavo per diverse ore al giorno su e giù per i monti per una settimana di fila. Se ci penso adesso, non so come facevo, beh la spiegazione è proprio qui, nella frase di Ford, si perché quando camminavo e dovevo raggiungere una cima, guardavo sempre in alto, alla ricerca della meta, del punto di arrivo e finché guardavo in alto e immaginavo cosa avrei potuto vedere da lassù, la fatica non la sentivo, il male alle gambe non mi fermava, la fame non si faceva sentire e puntualmente ogni volta che abbassavo lo sguardo, cominciavo a chiedermi, ma manca tanto, non c'è qualcosa da mangiare, dell'acqua? E allora, sguardo verso l'alto e continuavo a camminare, sapendo che all'arrivo tutto sarebbe stato magnifico.

Ciondolo in corda, sabbia e frammenti di conchiglie
Ciondolo realizzato interamente a mano con corda, sabbia e frammenti di conchiglie


Tante volte, nella vita ci ritroviamo a confrontarci con ostacoli di ogni genere e dimensione, ma a volte ci dimentichiamo di continuare a guardare alla meta e ci soffermiamo sugli ostacoli, rallentando il nostro cammino.

Particolare della chiusura del ciondolo
Particolare della chiusura del ciondolo l'"ostacolo"


Gli ostacoli sono quelle cose spaventose che vedi
quando togli gli occhi dalla meta.
Henry Ford


Buona creatività a tutti… Alberto


4 commenti:

Magike Mani ha detto...

complimenti per il post e naturalmente per il ciondolo

Alberto Ferrari ha detto...

Ciao Grazia :)
Grazie di cuore per il commento.

Anonimo ha detto...

Questa collana mi piace molto.
Bella.
E quanto mi piacciono queste frasi:concise, lapidarie, una riga per esprimere pensieri e concetti a cui io penso e mi arrovello giorni per trovare la soluzione.
Ieri sera, navigando, ne ho trovata una adatta a me, in questo particolare momento : anche i giorni peggiori hanno un lato positivo:finiscono.
buone cose.
laura

Alberto Ferrari ha detto...

Ciao Laura
Grazie di cuore per essere passata ancora a leggere i miei post.
Anche io spesso vengo folgorato da frasi che trovo per caso e che sembrano essere la sintesi perfetta dei miei contorti pensieri.
Grazie per avermi lasciato questa frase, molto risoluta e altrettanto vera…
Grazie e a presto
Alberto

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...