lunedì 22 luglio 2013

Collana: un insieme di dettagli

Ecco un'altra novità degli ultimi tempi, qualche mese fa avevo realizzato una collana che ho chiamato 12 fili, questa volta, partendo dallo stesso concetto, volevo creare qualcosa di verticale.
Anche questa collana ha una storia lunga, avevo un'idea iniziale che si è evoluta strada facendo, ogni passo che facevo mi invitava a fare quello dopo e non sempre era quello che avevo previsto. Ma creare in questo modo mi da una soddisfazione immensa, vedo gli oggetti crescere e trasformarsi nelle mie mani e sotto i miei occhi. E solo quando sono finiti mi accorgo che dovevano essere proprio così, che mi rappresentano in tutto.

Collana in corda, legno, sabbia e frammenti di conchiglie
































Questa collana è un insieme di dettagli, la parte di ciondolo che nasce dalla collana 12 fili di cui vi parlavo prima, i dischi che questa volta sono rifiniti in modo diverso e tagliati sul retro, il pezzetto di legno che sorregge il ciondolo e da dove partono i fili del girocollo decorato con quel disco ricoperto di frammenti. La chiusura che riprende il concetto dell'ultima collana che ho postato, quindi un disco rivestito di frammenti con un disco di sabbia che permette di scegliere la lunghezza della collana.

Dettagli collana FossalonArt

































E come era successo con la "Mezzaluna sospesa", anche questa non ho fatto in tempo a portarla ad un paio di mercatini che ha trovato subito una nuova casa. Più volte mi è stato chiesto se faccio fatica a staccarmi dagli oggetti che creo, mentirei se dicessi che non lo è, specialmente per alcuni oggetti in cui le mie emozioni sono ben presenti. Ma devo anche dire, che fino ad ora, chi ha scelto pezzi per me particolari, lo ha sempre fatto per amore a prima vista. C'è sempre stato qualcosa che li ha portati a scegliere quell'oggetto, che andava oltre l'aspetto esteriore. Quindi posso dire che mi sono staccato da loro con meno difficoltà.

Buona creatività a tutti… Alberto


2 commenti:

macramè modena ha detto...

Molto bella e originale anche questa! Hai ragione nel dire che si viene colpiti dalle opere d'arte. Deve essere amore a prima vista per poter apprezzare un pezzo creato dal nulla.
buona giornata
sabrina

Alberto Ferrari ha detto...

Grazie di cuore Sabrina
Spesso affiancate a ciò che creo la parola arte, artista, opera d'arte e io continuo ad essere convinto di non essere nemmeno vicino a tali definizioni, ma le prendo come grandi complimenti e mi aiutano ad andare avanti.
Nonostante ciò, concordo perfettamente con te, ogni creazione che arriva dal profondo, che ha una storia, che si fa portavoce di quelle emozioni che nelle parole non trovano espressione, deve essere amata a prima vista, al primo contatto fisico… deve sussurrare a chi la sta scegliendo.
Ciao e grazie ancora
Alberto

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...