martedì 26 giugno 2012

Una candela nella sabbia

Scusate il ritardo, ma arrivo da due giorni davvero lunghissimi e difficili.
Ieri giornata infinita a scuola per esami… no no non sono così giovane da andare ancora a scuola e nemmeno fuori corso di anni, gli esami li ho fatti io ai miei studenti dell'accademia e forse a soffrire sono stati più loro di me… scherzo, però devo dire che erano proprio un po' terrorizzati.

Domenica, mercatino al parco di Monza, dove il sole mi ha messo a dura prova, sono arrivato a sera nel momento di smontare tutto che i miei movimenti erano paragonabili, per velocità, a quelli di un bradipo. È stata una giornata lunghissima e molto faticosa, ma nel complesso positiva, ho avuto modo di conoscere nuove persone e di solito questo è sempre un valore aggiunto e la possibilità di passare "caldissimi" momenti con gli amici Alessia, Luca, Barbara anche se la maggior parte del tempo era dedicata a trovare il modo di rinfrescarsi un po'.

Approfitto di questo post per mostrarvi un altro portacandele, un unico filo di corda, rivestito di sabbia, che gira su se stesso per così tanto tempo da non vedere l'ora di arrivare in cima, di compiere il suo dovere, per potersi librare nell'aria, dispiegando le ali e disegnando le linee che aveva immaginato per tutta la salita… e a sottolineare il suo percorso preferito dei piccoli frammenti di conchiglie.

Porta candele in corda rivestita di sabbia e decorata con frammenti di conchiglie


































Buona creatività a tutti… Alberto



5 commenti:

Carmen ha detto...

Ma dai! E' un filo di corda?!? Che bella questa idea! Geniale!
Carmen

daniela ha detto...

hum...accademia, troppo curiosa, qual è la tua materia?

Alberto Ferrari ha detto...

@Carmen: si è un filo di corda come praticamente tutte le creazioni che faccio ed in tanti casi, come lo è questo, è proprio un solo filo di corda… grazie mille :)

@Daniela: niente di artistico vero, insegno impaginazione digitale :)

Anonimo ha detto...

Ciao! Domenica sono passata davanti alla tua bancarella e sono rimasta folgorata dalla bellezza delle tue creazioni! Non so se ti ricordi, ti ho rubato un biglietto da visita, ero in bici...ma chissà quante persone avrai visto =D
Sono passata a curiosare nel tuo blog come mi avevi consigliato, e spero di vedere ancora le tue opere!
Marghe =D

Alberto Ferrari ha detto...

Ciao Margherita
Si di persone ne ho viste tante… ma credo proprio di ricordarmi di te :)
Mi fa molto piacere che ti siano piaciute le cose che faccio e magari ci incontreremo in un altro mercatino e se ne hai voglia potremo fare quattro chiacchiere.
Alberto :)

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...